Home ANIMALI Adottare un cane di canile…si può fare!

Adottare un cane di canile…si può fare!

A cura della Dott.ssa Ilaria Ziccardi, medico veterinario comportamentalista.

Spesso con clienti e amici mi trovo ad affrontare l’argomento, e ancor più spesso sento emergere le incertezze legate all’adozione di un cane di canile.

Personalmente, chi mi conosce lo sa, sono anni che ho il piacere di adottare cani di canile e, seppur sia una grande amante delle diverse razze canine nelle loro peculiarità e motivazioni , trovo che il fatto di varcare il cancello del canile insieme a un nuovo compagno di vita sia una soddisfazione comune a pochi.

L’adozione in canile, i PRO: spesso abbiamo davanti cani che hanno già ricevuto un’educazione e che hanno un carattere già formato, per questo motivo i volontari saranno in grado di indirizzare al meglio l’adottante in base alle esigenze del nucleo familiare, fermo restando che molto dipende da fattori soggettivi ( la famosa scintilla che scatta tra un cane e il compagno umano) ;

le femmine adulte sono già sterilizzate nella maggior parte dei casi, liberando i proprietari di questa incombenza;

nel caso dell’ adozione di cuccioloni di 4_5 mesi avremo il piacere di accogliere un cucciolo in casa senza il trambusto dei primissimi mesi.

Indubbiamente l’adozione prevede inevitabilmente anche dei CONTRO, che è giusto mettere in conto al fine di evitare spiacevoli sorprese a noi , ai volontari e ai nostri piccoli amici, che come qualunque essere vivente meritano rispetto e dignità. A mio parere i maggiori rischi ai quali si va incontro sono legati al fatto che la permanenza i canile rappresenta un trauma, questo si ripercuote inevitabilmente sull’ equilibrio psicofisico dei nostri amici a quattro zampe. Per questo motivo, soprattutto nella fase iniziale, la parola d’ordine dovrà essere PAZIENZA!

Un plauso a parte e di tutto rispetto meritano le adozioni di cani anziani o disabili, un vero atto d’amore volto a donare una casa a cani che per una vita hanno vissuto in rifugio o che sono stati abbandonati proprio nel momento del bisogno, in questi anni sono state innumerevoli le storie andate a buon fine, e sono quelle che spingono i volontari ad andare avanti nonostante gli innumerevoli sacrifici che a volte si rivelano fallimenti ma spesso , fortunatamente , rappresentano enormi soddisfazioni a coronamento del lavoro svolto. Un grande augurio, quindi, ai nostri amici a quattro zampe ospiti dei rifugi, e ai volontari che con amore si occupano di loro ogni giorno. Nelle foto potete ammirare alcuni ospiti del canile di chivasso, gestito dall’associazione apa.chi, e ricordate…adottare si può. ..e si deve!