Home CASA & GIARDINO Installazione condizionatori: ecco perché è meglio in primavera

Installazione condizionatori: ecco perché è meglio in primavera

È arrivata la primavera e sembra azzardato incominciare a parlare del condizionatore. Tuttavia, anche se l’estate è ancora lontana, tanto la manutenzione come l’installazione dei condizionatori sono attività da fare in questo periodo. Prepararci bene durante la primavera ci consentirà di tagliare le bollette elettriche estive, di solito molto pesanti. 

Questo apparecchio influisce notevolmente sulla spesa energetica annua delle famiglie italiane, con almeno un 10% annuo dei consumi a carico del condizionatore. Un condizionatore A++, infatti, è il responsabile di circa il 10% della spesa energetica annua, mentre se il climatizzatore è di classe G questa incidenza risale fino al 30%. Ecco perché conviene fare acquisti intelligenti quando si tratta di scegliere un condizionatore. È altrettanto importante però una manutenzione accurata, necessaria per ottimizzare il rendimento dell’impianto durante la stagione estiva e per utilizzare l’apparecchio in maniera adeguata per risparmiare. Per questi motivi, da non sottovalutare, è meglio rivolgersi a professionisti.

Per acquistare un condizionatore è fondamentale scegliere modelli che sfruttino la tecnologia Inverter, in grado di adattare la potenza dell’apparecchio all’effettiva necessità di utilizzo e di ridurre il numero di cicli di accensione e di spegnimento. Grazie a questa tecnologia si può beneficiare di un risparmio energetico che supera il 30% in bolletta. Cruciale, inoltre, scegliere condizionatori di classe A in su. Nonostante il maggior costo iniziale, è risaputo che i loro consumi sono notevolmente più bassi rispetto una classe inferiore, e che la spesa verrà ammortizzata nel giro di pochi anni.

Un occhio di riguardo alle dimensioni dell’impianto, spesso sopra o sottovalutate, le quali devono essere adatte all’ambiente da rinfrescare. È possibile fare alcuni calcoli da soli, ma è sempre meglio affidarsi a un esperto per sapere qual è la potenza ideale in funzione delle dimensioni dell’abitazione. Un condizionatore troppo grande, oltre a essere più caro, potrebbe far lievitare le bollette perfino del 50% rispetto a uno adeguato; anche un climatizzatore piccolo comporterà uno spreco, accendendosi continuamente senza riuscire a raffreddare l’ambiente.